Palermo, 7 ottobre 2017  - Una donna è stata fermata dalla polizia perché sospettata di aver fatto fuoco contro due fratelli suoi vicini di casa. Leonardo Bua, 37 anni, e Giuseppe, 40 anni, sono stati affrontati nel pomeriggio, in piazzetta Caruso a Palermo, davanti casa, da una persona che poi ha sparato diversi colpi di pistola uccidendo il primo e ferendo gravemente il secondo, che ora si trova in rianimazione all'ospedale Villa Sofia.

La donna, la 20enne Alessandra Ballarò, è sospettata di omicidio e tentativo di omicidio. La vicina avrebbe avuto continue liti, l'ultima circa una settimana fa, con i due fratelli. La sparatoria è avvenuta in piazzetta all'Arenella, quartiere marinaro. Gli agenti della squadra mobile hanno interrogato parenti e vicini di casa delle vittime.

Fin da subito era chiaro che chi aveva sparato conosceva le vittime. La polizia ha anche sequestrato degli indumenti dall'abitazione di una famiglia che abita nella piazzetta. Sul luogo dell'omicidio ci sono state scene di disperazione tra i familiari delle vittime. 

Silenzio nei bar della zona con i cronisti. Un pescatore spiega: "Qui all'Arenella noi ci occupiamo di pesce. Meglio non fare domande".

Al momento gli investigatori hanno trovato i bossoli e stanno cercando l'arma utilizzata per sparare ai Bua, che potrebbe essere stata gettata a mare. Al momento dell'aggressione in piazzetta c'erano anche bambini in bicicletta e altre persone.