(ANSA) - ANCONA, 24 GEN - Sedici anni di reclusione, con uno sconto di due anni sulla condanna di primo grado. Dopo 5 ore di camera di consiglio, la Corte d'appello di Ancona ha ridotto la pena per la 17enne anconetana accusata di concorso con l'ex fidanzato Antonio Tagliata nell'omicidio dei propri genitori, Fabio Giacconi e Roberta Pierini, uccisi il 7 novembre 2015. Il delitto, compiuto materialmente da Tagliata, sarebbe avvenuto perché i Giacconi si opponevano alla relazione fra i due giovani.