Torino, 19 giugno 2017 - Come nelle barzellette, ma con un risvolto che avrebbe potuto essere tragico. Un motociclista ha chiamato in lacrime i carabinieri, convinto di aver 'perso' la moglie, che viaggiava con lui sul sedile posteriore della moto

Pensava che gli fosse caduta in corsa, ma in realtà la donna si trovava in un'area di sosta sul tragitto: il marito - che definire distratto è poco - era ripartito da solo.

L'episodio è avvenuto ieri pomeriggio a Chieri, nel Torinese. Proprio mentre parlava disperato con i carabinieri, il centauro distratto ha ricevuto una chiamata da un numero sconosciuto: era la moglie, che aveva chiesto in prestito il telefono a un passante. La donna ha detto al marito di trovarsi a Moncalvo d'Asti, a circa 40 km da Chieri, dove la coppia si era fermata per una sosta e dove si è finalmente ricongiunta.