Roma, 10 agosto 2017 - Continua l'emergenza migranti anche in Spagna. Più di 700 profughi subsahariani hanno tentato invano un assalto di massa alla frontiera di El Tarajal, al muro che separa il Marocco dall'enclave spagnola di Ceuta. Come accaduto martedì con un altro migliaio di migranti, anche il tentativo di oggi è stato respinto dalla polizia marocchina, che, riferisce El Pais, ha arrestato circa 200 persone.

E' la terza volta in quattro giorni che le forze di sicurezza respingono un assalto dei migranti alla frontiera, dopo che lunedì 187 persone erano riuscite ad entrare nel territorio spagnolo. Cresce dunque la pressione migratoria anche sulla Spagna, dove dal primo gennaio del 2107 gli arrivi sulle coste attraverso lo Stretto di Gibilterra hanno raggiunto le 8.200 persone, il triplo rispetto all'identico periodo dell'anno scorso (e un dato già superiore all'intero 2016). 

Oggi anche il presidente della Cei, monsignor Gualtiero Bassetti, è intervenuto nel dibattito sui migranti, appoggiando la linea del governo sulle Ong e il codice di condotta del Viminale: "Proprio per difendere l'interesse del più debole, non possiamo correre il rischio di fornire il pretesto, anche se falso, di collaborare con i trafficanti di carne umana", ha detto il cardinale.