Mestre (Venezia), 19 giugno 2017 - Emerge un particolare agghiacciante nella brutta storia della coppia uccisa a Mestre dall'ex di lei: la giovane donna era al quinto mese di gravidanza. Anastasia Shakurova, la 30enne russa uccisa assieme al compagno Biagio Junior Buonomo, stava quindi per diventare mamma.

E' stato questo ad armare ulteriormente la gelosia del professore ex fidanzato? Chissà, potrebbe confessarlo lo stesso assassino. Il 50enne Stefano Perale, docente formatore, dopo il duplice delitto si è costituito alla polizia.

Il particolare della gravidanza della vittima è emerso dall'autopsia effettuata oggi sulle due vittime dall'anatomopatologo Antonello Cirnelli. L'autopsia avrebbe confermato che la giovane donna è stata soffocata dall' omicida, con una violenta pressione protratta su naso e bocca. Il suo compagno, Biagio Junior Buonomo, ingegnere 31enne, napoletano, è stato invece ucciso con un corpo contundente, probabilmente una spranga, in un'azione violenta accanita e ripetuta. È stato colpito soprattutto alla zona della testa, con almeno cinque colpi.

Verosimilmente i due sono stati narcotizzati prima dell'aggressione, ma la prova dell'uso di un qualche sedativo o droga potrà essere confermata solo dall'esito degli esami tossicologici