Milano, 21 agosto 2017 - E' morto Guido Rossi. L'ex presidente della Consob, Montedison, Telecom e Figc nel dopo Calciopoli, aveva 86 anni. Rossi è nato a Milano il 16 marzo 1931. Si è laureato in Giurisprudenza all'Università di Pavia nel 1953, conseguendo nel giugno 1954 il Master of Laws all'Università di Harvard. 

Nel 1981 prese la guida della Consob, massimo esperto di diritto societario, al tempo era docente universitario di Diritto commerciale e di Diritto privato comparato a Trieste, Venezia, Pavia e Milano. Dal 1987 al 1992 fu senatore per la Sinistra Indipendente nella X Legislatura. Tra i suoi cavalli di battaglia la legislazione antitrust in Italia. 

Giurista e avvocato ha guidato anche la Ferfin-Montedison e la Telecom Italia. Nel 2003 ha difeso il presidente di Capitalia Cesare Geronzi, coinvolto negli scandali Cirio e Parmalat. 

A sorpresa nel 2006 viene nominato commissario straordinario della Figc per gestire la situazione di emergenza creatasi dopo lo scandalo di Calciopoli. Poi nel settembre 2006, dopo le dimissioni di Marco Tronchetti Provera, tornò alla guida di Telecom Italia, incarico che lascerà il 6 aprile 2007. L'anno successivo è diventato consulente della Fiat, nel tentativo di rilanciare la società in crisi di vendite. Il 4 maggio 2011 è stato nominato garante etico della Consob, carica dalla quale si è dimesso il 26 ottobre 2012.

INTER - "E' scomparso all'età di 86 anni Guido Rossi, giurista e avvocato, membro del Consiglio di Amministrazione dell'Inter dal 1995 al 1999. Alla famiglia il cordoglio del club nerazzurro". Questo il testo del comunicato emesso oggi dalla società lombarda.