Roma, 8 dicembre 2015 - Grande show di luci sulla facciata e la Cupola di San Pietro per concludere questa prima giornata del Giubileo, con due Papi. Dalle 19 sono state proiettate opere di artisti che sintetizzano le culture di tutti e cinque i continenti: candele, incantevoli paesaggi marini ed animali per rappresentare la bellezza e la tenerezza della natura. L'evento, intitolato 'Fiat Lux: illuminare la nostra casa comune', ha chiuso questa inaugurazione ricca di eventi in una Capitale blindatissima. Oltre centomila le persone presenti, secondo la questura di Roma. Ai varchi di accesso, è stato riferito, è stato fermato un italiano in possesso di un coltello a serramanico.

Le opere sono state scelte tra i lavori di alcuni dei più importanti fotografi e cineasti, dal maestro della fotografia Sebastiano Salgado a Joel Sartore, autore di numerosi fotoreportage per il National Geographic, da David Doubilet a Greg Hugling e altri. Immagini ispirate al cambiamento climatico, alla dignità umana e alle creature presenti sulla terra, temi contenuti nell'Enciclica Laudato sì di Papa Francesco. Le stesse immagini sono state proiettate in contemporanea anche alla Conferenza delle Nazioni Unite sul Clima in corso a Parigi, e sarà un'occasione per sensibilizzare i cittadini alla protezione sempre più attenta della nostra casa comune raccontando attraverso una storia visiva la dipendenza reciproca degli uomini e della vita sulla terra con il pianeta. La proiezione è stata seguita in diretta televisiva attraverso numerosi network e in streaming via internet. Lo spettacolo è  stato frutto di una partnership benefica tra la Vulcan Inc, la Li Ka Shing Foundation e da Okeanos, in collaborazione con the Ocean Preservation Society e Obscura Digital.