Cronaca

Dopo aver confessato l'omicidio di Noemi Durini, la ragazza scomparsa il 3 settembre scorso da Specchia (Lecce), il fidanzato 17enne ha condotto i carabinieri nella campagna alla periferia di Castrignano del Capo (Lecce), in località San Giuseppe, in una campagna adiacente alla strada provinciale per Santa Maria di Leuca, dove aveva sepolto sotto alcuni massi il corpo della sedicenne. La svolta nelle indagini, dopo dieci giorni di ricerche della ragazza, si è avuta nella mattinata, con la confessione del fidanzato, che era già indagato per sequestro di persona.

Il giovane ieri si sarebbe contraddetto nel corso di un interrogatorio e stamane, messo alle strette, ha ammesso le sue responsabilità e indicato il luogo dove aveva nascosto il cadavere. Anche il padre del 17enne è indagato dalla Procura di Lecce, ma non è ancora chiaro il suo ruolo nella vicenda. 

Noemi Durini, il fidanzato sfascia un'auto: in un video lo scatto d'ira

La furia dei social contro il fidanzatino

Sport Tech Benessere Moda Magazine