Cronaca

La famiglia ancora stamattina voleva credere all'allontanamento volontario e le lanciava appelli: "Torna!". E invece Noemi Durini, 16 anni, da dieci giorni era morta ammazzata. Il suo corpo è stato trovato oggi in campagna, accanto alla strada provinciale, coperto di pietre e massi. A ucciderla è stato il fidanzatino appena 17enne: ha confessato appena qualche ora dopo essere stato iscritto nel registro degli indagati. E' crollato dopo giorni di interrogatori continui. "Sono stato io", ha detto agli inquirenti, e subito dopo li ha portati dove Noemi era mezza sepolta. Finisce così la storia di una ragazzina come tante, come le nostre figlie o sorelle. Su Facebook postava foto allegre come tutte le 16enni, ma l'ultimo post, premonitore, era contro la violenza sulle donne (FOTO). Prima di quello una carrellata di selfie davanti allo specchio, primi piani tagliati a metà nella ricerca, si direbbe, di una posa artistica, la faccia da bambina e il rossetto acceso di chi ha fretta di diventare grande. Ma adulta Noemi non diventerà mai.

VIDEO / Il fidanzato sfascia un'auto in uno scatto d'ira

Rabbia sui social contro il fidanzato

Sport Tech Benessere Moda Magazine