(ANSA) - BERGAMO, 1 DIC - L'operatrice di una comunità che si occupa di persone affette dalla sindrome di Down è stata arrestata dai carabinieri di Zogno con l'accusa di maltrattamenti. L'arresto è stato eseguito oggi in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Bergamo, al termine di un'attività investigativa dell'Arma avviata a inizio novembre anche con l'utilizzo di microspie installate in una struttura assistenziale della valle Brembana. Stando a quanto riferito dai carabinieri, proprio i filmati hanno permesso di accertare le reiterate violenze psicologiche e fisiche nei confronti degli ospiti da parte dell'operatrice 50enne: in alcune occasioni le vittime sarebbero state percosse con degli schiaffi e costrette a rimanere sedute per ore al buio, oppure in silenzio.