Italia News
 TV   FOTO E VIDEO BLOG SERVIZI LAVORO ANNUNCI CASA
IMMIGRAZIONE

Continuano gli sbarchi
di clandestini a Lampedusa

Quarantasei sono arrivati al porto all'alba. La Finanza soccorre un natante con 44 persone a bordo. Tragico il bilancio del barcone ribaltato al largo di Malta: annegano in sei

Dimensione testo Testo molto piccolo Testo piccolo Testo normale Testo grande Testo molto grande

Palermo, 16 giugno 2008 - Sono arrivati poco prima delle dieci al porto di Lampedusa i 46 immigrati clandestini, tutti uomini, soccorsi all'alba di oggi a trenta miglia a Sud Est dell'isola da una motovedetta della Guardia costiera. La stessa motovedetta ha lasciato pochi minuti fa nuovamente gli ormeggi per soccorrere un'altra imbarcazione a 32 miglia dell'isola. Non si sa ancora quanti sono gli immigrati a bordo.

 

Intanto, una motovedetta della Guardia di Finanza ha soccorso, sempre questa mattina, un'imbarcazione con a bordo 44 clandestini, che si trovavano a 44 miglia a Est di Lampedusa. Il loro arrivo è previsto per la tarda mattinata di oggi.

 

Ieri sei immigrati clandestini sono annegati ieri al largo di Malta, dopo il capovolgimento dell'imbarcazione che li trasportava dall'Africa all'Italia. Altri 28 clandestini di nazionalità somala sono stati tratti in salvo da un peschereccio italiano e successivamente trasferiti a bordo di una vedetta della marina maltese per essere trasportati alla Valletta.

  • 16/06/2008 11:54
    A CASA VOSTRA
    Ma è mai possibile che quando queste carrette vengono avvistate non ci sia modo e/o maniera di obbligarli a fare dietro-front e di ritornarsene da dove sono partiti? Ma perchè dobbiamo rimorchiarcele a casa nostra? Io pago le tasse fino all'ultimo millesimo di centesimo e n o n (ripeto non) voglio sacrificarle per il sostentamento e l' assistenza di questi clandestini, sarei ben più felice che tali soldi venissero spesi affinchè ci si possa liberare di questo problema e per il rimpatrio immediato coatto, non assistenziale. Al massimo un pò di carburante, giusto giusto per raggiungere nuovamente le coste di partenza evitando di fargliele fare a nuoto, e poi ... s t o p.
  • 16/06/2008 12:00
    Garibaldi
    Come mai? Non doveva finire questa storia? CI vogliono volontari? Siete poi tanti voi di dx,andate,andate!!!!!!
  • 16/06/2008 12:17
    ROLANDO
    He vero a lampedusa gli extracomunitari sono troppi ,quando sento certe cifre che sono arrivati a milioni e sono tutte bocche da sfamare e quindi ci tolgono il pane di bocca ,basta una semplice barchetta e il gioco e fattogli italiani li anno sul gobbo e ora di smetterla e rimandarli a casa.
  • 16/06/2008 12:45
    alien
    ho visto in TV il servizio sul caporalato per gli emigranti a Milano. >Mi piacerebbe ascoltare il commento di Calderoli e di Borghezio sui tanti vituperati clandestini ed extracomunitari che la brava gente del nord paga a 3 euro l'ora a nero, senza esperienza e senza garanzie per la salute. Oppure i suddetti signori tirano fuori gli attributi solo quando c'e' da sbraitare, visto che non sanno fare altro?e bravo Nord industrioso ed operoso. sarebbe bene prendessero atto che di mota (eufemismo)ne hanno tanta anche loro, anzi arriva loro agli occhi, cosi' possono far finta di non vedere niente.
  • 16/06/2008 13:52
    Antonio
    Ancora con gli sbarchi di disperati illegali e avventurieri d'ogni specie, ma il Governo cosa fa? La sicurezza e la legalità sono priorità da difendere e mantenere per il benessere dei cittadini onesti che pagano le tasse. Rimandarli indietro all'istante, senza rifocillarli. Tempo un mesetto e non ci proverà più nessuno. Altrimenti sarà invasione, questi ci marciano sulla demagogia dei buonisti/garantisti/coccolafecciaaspesealtrui.
  • Sono presenti 5 commenti
 

Cerca  su Quotidiano.net nel Web

LA FOTO DEL GIORNO

rifiuti a napoli

Rifiuti, l'Italia deferita
alla Corte europea

La commissione ha assunto la decisione perché "nonostante siano stati fatti progressi per migliorare il sistema non ci sono certezze sui tempi". Ben 70 senatori hanno firmato la mozione anti-Bassolino che sarà discussa entro 30 giorni Commenta

LEGGI LA NOTIZIA