Italia News
 TV   FOTO E VIDEO BLOG SERVIZI LAVORO ANNUNCI CASA
BLITZ DELLE FIAMME GIALLE

Genova, cibi scaduti e farmaci vietati:
erano in viaggio dall'Africa all'Italia

Sequestrate 50 tonnellate di alimenti senza etichetta, scaduti, in confezioni non integre e prive delle certificazioni sanitarie e 4mila confezioni di medicinali vietati, oltre a 1300 creme schiarenti

Dimensione testo Testo molto piccolo Testo piccolo Testo normale Testo grande Testo molto grande

Genova, 5 giugno 2008 - Un grande traffico di prodotti alimentari scaduti e farmaci vietati, proveniente via mare dall'Africa e destinato al mercato italiano, è stato scoperto dalle Fiamme gialle. Gli uomini del secondo nucleo del gruppo della Guardia di finanza di Genova hanno individuato negli ultimi mesi, nel porto cittadino, un notevole numero di container destinati ad esercizi commerciali del nord Italia.


Dentro i container, "abilmente occultati dietro carichi di copertura, vi erano - è il resoconto della Guardia di finanza - circa 50 tonnellate di prodotti alimentari senza alcuna etichettatura, scaduti, in confezioni non integre e prive delle certificazioni sanitarie in palese violazione delle normative igienico-sanitarie disciplinate dall'Unione Europea, circa 4.000 confezioni di medicinali privi della prescritta autorizzazione del Ministero della Sanità e riportanti la dicitura 'Made in Italy' e circa 1.300 confezioni di cosmetici tra cui creme schiarenti".


"Molte di queste creme - spiegano le Fiamme gialle - sono state bandite dall'U.E. poiché le sostanze che depigmentano la pelle, Hydro Chinone e corticosteroide, sono cancerogene". La merce "era destinata a ditte o esercizi commerciali i cui titolari sono cittadini extracomunitari, ma la cui clientela è sempre più italiana". Otto responsabili, di origine africana, sono stati denunciati a piede libero.

  • 05/06/2008 11:47
    vanni
    Un tempo i razzisti degli africani dicevano che "avevano l'anello al naso".
  • 05/06/2008 11:48
    IL CAMMELLO
    Sempre maggiori vergogne, ora dall'africa arrivano, anche " Cibi scaduti, e medicinali velenosi " , perchè fossero introdotti sul mercato italiano. SEMPRE PEGGIO ! E le persone ritenute responsabili, guarda caso, sono delle persone provenienti dal territorio africano, che gestiscono negozi in Italia, ed erano i destinatari della merce VERGOGNOSAMENTE sbarcata al porto di Genova. Ma perchè gli otto " estracomunitari " ritenuti responsabili di questo traffico, sono stati " SOLO DENUNCIATI A PIEDE LIBERO ? " . Questi sono delinquenti che dovevano andare subito in galera, in attesa di fare per direttissima il processo. Ma i giudici, cosa GIUDICANO ?
  • 05/06/2008 12:56
    salvatore
    C'era una volta un detto: "Dai nemici mi guardo io; dagli amici mi guardi Iddio." San Matteo ch'è il Santo protettore della Guardia di Finanza, protegga questi nostri "Grandi Protettori" anche della nostra salute messa sempre a repentaglio da malfattori, cosmopoliti, in cerca di facili guadagni. Evviva la GdF !
  • 05/06/2008 14:04
    alien
    perfettamente d'accordo, ci vogliono 1000 occhi e regole severe, pero' non dimentichiamoci quell'ingrosso in piemonte dove c'era merce scaduta da 10 anni con le etichette corrette. Gente, tutto il mondo e' paese!!!! pero' se chi fa questa cosa andasse in galera a buttassero la chiave, forse, dico forse, ci penserebbero due volte prima di rifarlo.
  • 05/06/2008 14:53
    Giovanni - Milano
    Attendo con ansia il commento di qualche sinistro, pronto a dare dei razzisti, magari anche alla GDF, che si accanisce così sui poveri immigrati...
  • Sono presenti 5 commenti
 

Cerca  su Quotidiano.net nel Web

LA FOTO DEL GIORNO

rifiuti a napoli

Rifiuti, l'Italia deferita
alla Corte europea

La commissione ha assunto la decisione perché "nonostante siano stati fatti progressi per migliorare il sistema non ci sono certezze sui tempi". Ben 70 senatori hanno firmato la mozione anti-Bassolino che sarà discussa entro 30 giorni Commenta

LEGGI LA NOTIZIA