Italia News
        

Leggi il giornale         Prova GRATUITA
Scopri le nostre edizioni locali

Cronaca

CHOC A NUORO

Azzannata alla testa da un rottweiller
All'ospedale una bimba di tre anni

La piccola è stata portata dalla mamma a casa di un'amica, proprietaria del cane. Mentre le due donne chiacchierano la bimba giocava con l'animale che si è rivoltato e a morso. Trenta giorni di prognosi

Dimensione testo Testo molto piccolo Testo piccolo Testo normale Testo grande Testo molto grande

Nuoro, 13 marzo 2008 - A Nuoro una bimba di 3 anni è stata azzannata alla testa da un rottweiller riportando ferite giudicate guaribili in 30 giorni. L'episodio è accaduto ieri sera.
La piccola è stata portata dalla mamma a casa di un'amica, proprietaria del cane, in una palazzina di via Olbia, per prendere il classico tè pomeridiano. Mentre le due donne chiacchierano la bimba gioca in salotto con il rottweiler. Improvvisamente il cane morde la piccola alla testa e poi ancora all'arcata oculare. Le due donne sentono le urla della bambina, intervengono e a fatica riescono a liberare la piccola dalle fauci dell'animale.

La mamma carica la figlioletta insanguinata sull'auto e la accompagna nel pronto soccorso dell'ospedale San Francesco. Dal pronto soccorso la bimba passa immediatamente al reparto di Oculistica, dove vengono medicate le profonde lesioni all'arcata oculare, e poi nel reparto di Pediatria. Se la caverà con trenta giorni di cure anche perchè ha riportato delle microfratture alle dita mentre tentava di liberarsi. Non è ancora chiaro cosa abbia spinto il rotweiller ad azzannare la piccola, forse un movimento improvviso, forse una manata.
La vicenda è stata segnalata dagli uomini del posto fisso di polizia del nosocomio alla procura locale.










Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro

 

Cerca  su Quotidiano.net nel Web

LA FOTO DEL GIORNO

Aborto, sit in davanti alla sede del Foglio di Giuliano Ferrara

Aborto, donne in sit-in
in difesa della 194

Un gruppo di donne manifesta davanti alla sede del quotidiano ''Il Foglio'', diretto da Giuliano Ferrara, a difesa della legge 194. 'La maternita' non e' una fatalita', ma una scelta responsabile'', è uno degli slogan