Roma, 3 novembre 2016. Dal 4 al 12 novembre torna a Roma il MedFilm Festival, primo evento in Italia dedicato alla promozione e diffusione del cinema mediterraneo. Il festival è arrivato alla sua ventiduesima edizione e quest’anno si apre alla letteratura. Dal 6 all’11 novembre, “Letture dal Mediterraneo”, ospiterà al Macro sei incontri con l’autore, sei appuntamenti con la letteratura che attraversa le frontiere: geografie, storie, vita, culture, gusti  e fenomeni che la scrittura è ancora in grado di restituire. 

Si inizia il 6 novembre con “Chi, cosa. Rifugiati Transnazionalismo e Frontiere” a cura di Osvaldo Costantini, Aurora Massa, Jvan Yazdani, Mincione Edizioni, casa editrice sponsor con l’agenda letteraria Zizzanie per la giuria del Festival.  I giorni seguenti sarà la volta di “Politeama” di Gianni Amelio, Mondadori, “Storia di volti e di parole” di Luigi Ananìa e Nicola Boccianti, Derive e Approdi, “Sul corno del rinoceronte” di Francesca Bellino, L’Asino d’oro Edizioni, “Non ti preoccupare” di Masha Mohebali, Ponte33 e per chiudere “La ballata del Mar Egeo” di Patrizio Nissirio, L’Erudita. 

Per tutta la durata del Festival sarà aperto uno Spazio Libreria, presso il cinema Savoy, a cura della libreria Minerva di Roma. Le proiezioni si tengono al Cinema Savoy, i biglietti costano 4 euro, 3 il ridotto, l’abbonamento a dieci spettacoli costa 30 euro. Gli eventi al Macro sono a ingresso libero.