Dici Tenuta San Leonardo e agli amanti del vino vengono in mente i suoi rossi blasonati. Ma questa storica realtà del Trentino produce da qualche anno anche un signor bianco, il Vette di San Leonardo, perfetto durante la stagione estiva per accompagnare una pausa ristoratrice all'insegna del buon bere.

TENUTA SAN LEONARDO

La storia della tenuta affonda le sue radici indietro di secoli, ma il vero cambio di marcia è molto più vicino ai nostri giorni: è infatti nel corso degli anni Sessanta che il marchese Carlo Guerrieri Gonzaga decide di impiantare nel parco di famiglia vitigni come Cabernet Franc, Merlot, Carmenère e Cabernet Sauvignon. Il microclima temperato della zona (siamo lungo il fiume Adige, a poca distanza dal Parco naturale della Lessinia, nell'estremo sud del Trentino) favorisce la nascita di vini rossi apprezzatissimi, primo fra tutti il San Leonardo, autentico portabandiera dell'azienda.

VETTE DI SAN LEONARDO
Dopo qualche anno inizia a farsi sentire la voglia di realizzare un vino bianco che omaggi degnamente le montagne che incorniciano i vigneti e che di conseguenza presenti una complessa mineralità e una grande freschezza. Nasce così Vette di San Leonardo, presentato nel 2012 e ottenuto da Sauvignon Blanc in purezza, selezionato presso i produttori della zona: è un vino corposo ed elegante, gradevolmente acidulo, con profumi di pesca a pasta bianca e leggere note di salvia. Si sposa alla perfezione con il pesce, crudo, alla griglia o affumicato, ma anche con le carni bianche, i salumi e i formaggi a pasta molle.

Leggi anche:
- Vini per l'estate: i bianchi di Feudi di San Gregorio
- Vini per l'estate: i bianchi di Moser (il ciclista)
- Vino e barbecue: il segreto dell'accoppiata ideale