Torna alla home di Quotidiano.net
CANALI
Home Quotidiano.Net | Multimedia

Speciale Champions League 2008

CHAMPIONS LEAGUE / SEMIF. ANDATA

Barcellona-Manchester 0-0
Serata nera per Cristiano Ronaldo

L'ala portoghese fallisce un tiro dal dischetto in avvio, poi gioca una partita di scarso spessore. Il risultato favorisce gli spagnoli, che per accedere alla finale di Mosca dovranno vincere o ottenere un pareggio con gol
Dimensione testo Testo molto piccolo Testo piccolo Testo normale Testo grande Testo molto grande

Barcellona, 23 aprile 2008 - Barcellona e Manchester United hanno pareggiato per 0-0 a Barcellona, in Spagna, nella seconda semifinale di andata della Champions League. Al Camp Nou da segnalare un rigore fallito dal Manchester United al terzo minuto di gioco con Cristiano Ronaldo. La gara di ritorno è in programma martedì prossimo all'Old Trafford di Manchester, in Inghilterra.



Il risultato di questa sera favorisce il Barcellona, che per accedere alla finale di Mosca dovrà vincere o ottenere un pareggio con gol.



La delusione di questo primo round, comunque, si chiama Cristiano Ronaldo, che oltre a sbagliare un rigore pesante ha giocato una partita di scarso spessore, mostrandosi oltretutto nervoso in più occasioni. La serata da incubo dell'ala portoghese inizia 180 secondi dopo il calcio d'inizio. Sul Nou Camp al terzo minuto cala infatti il silenzio per un fallo di mano in area di Gabriel Milito che induce l'arbitro svizzero Massimo Busacca a fischiare un rigore per il Manchester United. Sul dischetto va Cristiano Ronaldo, ma lo specialista portoghese dei Red Devils apre troppo il piatto destro e manca lo specchio della porta.



L'errore dagli undici metri dà fiducia al Barcellona e alla imponente cornice di pubblico dello stadio catalano, che per lunghi tratti si trasforma nello sfondo di un possesso palla senza soluzione di continuità: quello del Barcellona, anche se i 'blaugrana' padroni di casa non sempre restano ordinati negli ultimi 20 metri.
Merito dell'assetto degli inglesi, come di consueto disposti secondo una versione multinazionale del catenaccio all'italiana.



Alla difesa danno una mano un po' tutti, dal sudcoreano Park Ji-Sung al centravanti della nazionale inglese, Wayne Rooney, decisivo in piena area nell'anticipare Andres Iniesta. Al 30' il Manchester United reclama un secondo rigore con Cristiano Ronaldo, ma Busacca reputa regolare un contatto in corsa tra il numero 7 lusitano e Rafael Marquez. Ronaldo, che nella scorsa edizione della Champions deluse nella doppia semifinale con il Milan, prima del riposo conferma il nervosismo mostrato sul dischetto calciando male una punizione da posizione invitante.



Il Barcellona, comunque, non approfitta della serata difficile del talento portoghese: nei primi 45 minuti i catalani - aggrappati ad un funambolico Lionel Messi ed all'atletismo di Samuel Eto'o - vantano un impressionante 65% di possesso palla ma pochissime occasioni da gol. La ripresa inizia con un paio di fiammate del Barcellona, che fa girare la testa ai Red Devils con la tecnica di Xavi e Messi e poi sente profumo di gol con Eto'o: per due volte. Il camerunese prima sfonda in area di rigore ma sbaglia il tocco al centro per Messi, poi su un tacco dell'argentino conclude di destro colpendo l'esterno della rete.



Lo imita poco dopo Carrick, ma il mediano del Manchester con il mancino non trova lo specchio della porta. E' un episodio isolato, perché il Barcellona resta padrone del campo anche grazie ad un solido Gianluca Zambrotta, che si fa notare soprattutto per il modo in cui chiude ermeticamente la fascia destra.



Rijkaard decide di non spremere Messi, reduce da un lungo stop per problemi muscolari, sostituendo l'argentino con il promettente Bojan Krkic. Al 72' lo stadio chiede all'unisono un rigore per un'entrata in area su Iniesta, ma Busacca è bravo ad indicare la rimessa dal fondo. Ferguson fa uscire il 'terzino' Rooney per Nani, mentre Rijkaard richiama Deco concedendo ad Henry gli ultimi 13 minuti. Il forcing finale del Barcellona passa per un tentativo poco fortunato di Henry, poi per un bolide di Iniesta che Van der Sar blocca con un po' di affanno.

 

TABELLINO

BARCELLONA (4-4-2) - Valdes; Zambrotta, Marquez, Milito, Abidal; Yaya Touré, Xavi, Deco (dal 77' Henry), Iniesta; Messi (dal 62' Krkic), Eto'o.
Allenatore: Frank Rijkaard.

MANCHESTER UNITED (4-4-1-1) - Van der Sar; Hargreaves, Ferdinand, Brown, Evra; Rooney (dal 76' Nani), Carrick, Scholes, Park; Tevez (dall'84' Giggs); C.Ronaldo. Allenatore: Alex Ferguson.

Arbitro: Massimo Busacca (Svi).

Ammonizioni: 44' Marquez/B; 73' Hargreaves/M

Note: al 3' C.Ronaldo/M fallisce un calcio di rigore.










Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro

 

VIDEO