Non e’ stato tutto subito. E non e’ stato tutto facile.
Guardavo Vettel alla fine del venerdì di Monza e ripensavo alla canzone di Biagio Antonacci.
Onestamente e’ normale che la Mercedes nel Gran Premio d’Italia si favorita. Ricordate? Prima di Spa avevo spiegato che io mi sarei accontentato, per Seb, di 33 punti tra Belgio e Brianza. Non ho cambiato opinione.
Vedete, questo mondiale davvero e’ uno spasmo permanente. Ci sarà da soffrire e sarà necessario avere tanta, tanta pazienza.
So cosa pensano a Maranello. So come stiano lavorando. Anche adesso, anche di notte. Forse perderemo, perché l’avversario e’ fortissimo. Ma se voi conosceste la gente della squadra come la conosco io, ne andreste orgogliosi.
Sono orgoglioso anche degli amici ferraristi di Castiglione Olona, coi quali ho trascorso un venerdì sera strepitoso. L’ingegner Cerruti, mio consulente personale, e il Caro Leader Gamberini hanno organizzato per me un evento spettacolare. Sotto pubblichiamo anche il Toto Monza: ammetto che il mio pronostico per la vittoria di domenica e’ viziato dalla quantità industriale di champagne consumato.
Io non merito l’affetto incredibile di tutta questa gente meravigliosa.
Spazio sotto per chi volesse narrare il sabato della Brianza a 300 e passa all’ora.