Seconda stella a destra, quello è il cammino. E poi dritto, fino al mattino…

Ci siamo.

Suzuka è l’ultima spiaggia per questa Ferrari emozionante.

Inutile girarci attorno. Se Hamilton vincesse, anche con Vettel secondo, salirebbe a più quarantuno.

E a quel punto, con soli cento punti ancora a disposizione, il discorso sarebbe virtualmente chiuso.

Ho scritto in questa sede e sostenuto in ogni altro…format che Seb e la Rossa hanno il diritto di essere orgogliosi per quanto realizzato fin qui.

Le cose vanno sempre messe in prospettiva, nella vita. Il contesto non lo devi mai ignorare, nemmeno in Formula Uno.

In caso di esito negativo, non sarà la gioia degli Anti a farmi cambiare opinione. Noi ferraristi non siamo giganti e non abbiamo mai avuto la pretesa di esserlo, solo che ci rendiamo conto di essere spesso circondati da pigmei.

Tutto lì.

La cosa importante è immaginare di poter vincere la prossima volta, provandoci intanto nel presente.

A me pare che Vettel e Raikkonen abbiano l’atteggiamento giusto.

It’s a long and winding road, my friend.

Spazio sotto per chi volesse raccontare le libere nipponiche.