…”qui tutti parlano e parlano o peggio scrivono e scrivono/ e’ cultura universale o biblioteca comunale?/ tra il celeste e il profetico…” (Ivano Fossati, con voce strepitosa di Adriano Celentano).
Bene, ascoltati i pareri degli esperti ecco cosa credo di sapere io sulla F1 pre Melbourne. Uso la formula “credo di sapere” perché in realtà la verità la conoscono solo i diretti interessati ed e’ normale sia così, essendo l’automobilismo da Gran Premio materia da scienziati, per complessità e sofisticazione. Poi, parlarne con leggerezza da bar sport e’ da sempre il segreto del successo della F1 medesima. Siamo tutti, io per primo, ingegneri del lunedì, come asseriva Enzo Ferrari.
Allora.
1) A me risulta che a Barcellona la Mercedes avesse un problema di affidabilità legato all’albero motore.
2) Nulla di grave, ma Hamilton e Bottas non hanno mai potuto spingere al massimo durante i test.
3) In Mercedes sono sicuri di eliminare il guaio prima di Melbourne.
4 ) In Ferrari sanno questa storia e per questo in Ferrari si ritiene che la Freccia d’Argento sia ancora in vantaggio.
5) Al tempo stesso in Ferrari sono convinti di poter disporre di un ampio margine di miglioramento. In funzione Melbourne e non solo.
6) In effetti per la prima volta dal 2008 la Rossa in pista ha trovato riscontro perfetto con le indicazioni ricavate da simulatore, galleria, banco prova.
7) Sulla Red Bull nessuno ci ha capito niente, tranne Adrian Newey, che invece pare abbia capito tutto.
“…la vita e’ un ballo verticale, si impara un passo al giorno, il prezzo dei passi sbagliati e’ un brutto foglio di viaggio e non c’è ritorno…”