Spero tanto che il test ungherese abbia consolidato la grande speranza di Robert Kubica.

Stavo proprio pensando a lui, in giornata, mentre transitavo all’altezza del casello di Modena Sud.

E chi vedo, proprio lì?

Fernando Alonso!

E cosa ci faceva il due volte campione del mondo a quindici minuti di macchina da Maranello?

Ero tentato di frenare per chiederglielo.

Certamente mi avrebbe sfanculato con cortesia ma avevo un appuntamento medico (sapete com’è, alla mia età!) e dunque ho tirato dritto.

Comunque Alonso era in zona per salutare vecchi amici, non aveva appuntamenti in Ferrari, non ci sono misteriosi segreti da svelare.

Però è stato divertente incrociarlo lì e mi sembrava carino condividere l’emozione, chiamiamola così.

Ps. Ho cominciato a dare una occhiata alle vostre domande, collocate sotto il post precedente. A parte i soliti rari casi di maleducazione coatta (ah, se fosse vietato l’anonimato in Rete, come sarebbe bello!), i quesiti sono stimolanti e mi sa che avrò da lavorare. C’è tempo, sempre sotto il post intitolato Aspettando Kubica eccetera, fino alle 24 di domenica 6 agosto). Ancora grazie a tutti (troll e incivili esclusi, ca va sans dir).