Stanno arrivando tra Fiorano, Maranello e Modena le dozzine e dozzine di Ferrari radunate per il settantesimo compleanno della azienda Rossa.

Io supponevo che ad organizzare i flussi di traffico avrebbero provveduto vigili urbani, polizia stradale e carabinieri.

Invece ho scoperto che il caro cloggaro ricccris, presente in loco, stava impartendo istruzioni sul da farsi alle autorità locali!

Quindi, chi volesse presentarsi per il week end, ecco, sa a chi rivolgersi, all’autore in incognito dei miei testi.

A chi invece va a Misano, per la gara della MotoGp, dedicherò di seguito un flash di memoria.

Era la fine degli anni Novanta.

Michele Alboreto aveva abbandonato le piste della Formula Uno, anche se correva ancora in altre categorie.

Mi invitò a Misano come ospite: Michele teneva un corso per sfaccendati ricconi desiderosi di imparare a guidare bene una super car, ovviamente erano modelli molto molto costosi.

Fu l’ultima volta che trascorremmo un po’ di tempo insieme.

Alboreto parlava sempre volentieri con un ferrarista doc come me e non cedeva mai al rimpianto, alla recriminazione, al rancore.

Non rinnego niente degli anni che ho speso a Maranello, mi disse. Alla fine non è andata come sognavo e come sognavamo, ma è stato bello a prescindere.

Michele era un signore, prima di essere un ottimo pilota.

E a proposito di ottimi piloti, spero che quelli in sella alle moto, cominciando dal ducatista Dovizioso, regalino un grande spettacolo a tutti, fra sabato e domenica.

Buon week end.