Dice Seb che gli bastava un giro. Penso sia vero. Deve anche essere vero che su Bottas ho preso una delle mie proverbiali cantonate.
Cioè: e se non fosse solo un maggiordomo?!? Due gare poteva vincere, al netto delle volontà Mercedes. E le ha vinte. Tanto di cappello.
Vettel, partenza a parte (a proposito: di un niente, ma credo che lo scatto di Valterino fosse regolare) mi è piaciuto.
Dopo i tremendi casini post Baku e in una situazione tecnica di rimonta Mercedes, il vantaggio sale a venti punti.
Non sono pochi, ma già da Silverstone servirà qualcosa di più a livello di macchina.
Tradotto: non si vince un mondiale solo con i piazzamenti e nel frattempo un ferrarista vero ringrazia caldamente Ricciardo (che bravo: e che sfiga quest’anno Verstappen!).
Per cupidigia di servilismo, chiudo scrivendo che le dichiarazioni pre gara di Marchionne, da Alonso a Sassi al futuro tecnologico della F1, ecco, le ho trovate ineccepibili.
Si vede che mi sto definitivamente rincoglionendo.
A voi