• IE’ un peccato che Vettel sia colpevole della strage degli Ugonotti e che Raikkonen sia responsabile della carestia nella fascia sub sahariana.
    È un peccato, perché senza queste gravissime macchie sarebbe magari il caso di dire che la Ferrari dispone di due grandi piloti.
    Come si è visto a Interlagos.
    Se l’Italia di Ventura parte come Seb contro la Svezia forse ai mondiali di calcio ci andiamo. E se ci difendiamo come Raikkonen su Hamilton nel finale ancora meglio.
    Insomma, era dal 2010 che la Ferrari non vinceva cinque gare in una stagione.
    Non sono poche, anche se i titoli iridati giustamente li hanno vinti Lewis e la Mercedes.
    A proposito del Nero.
    Rimontone galattico.
    Se ha montato la power Unit del 2018, ahi.
    Lui è formidabile e stop.
    Dopo di che, Vettel in Malesia dal fondo arrivò quarto. Idem Verstappen ad Austin.
    Cioè, forse con certe macchine certe cose riescono più facilmente.
    Senza nulla togliere alla grandezza di Hamilton. Se Bottas ha la stessa macchina, uhm uhm uhm…
    Chissà se è definitivo l’addio di Massa, eh.