RITENGO che sarebbe opportuno aggiungere ai sacrosanti diritti dei pendolari, indicati poco tempo fa in “Vita da pendolare” dalla signora Maria Grazia, la disponibilità di stazioni belle, funzionanti e di supporto al comune viaggiatore, pendolare compreso. Di ritorno da un viaggio di lavoro , ho passato in rassegna, sulla linea Mantova-Cremona-Milano, alcune stazioni intermedie: Villetta Malagnino, Cavatigozzi, Acquanegra Cremonese, Ponte d’Adda, Pizzighettone, Maleo ed a queste aggiungo Olmeneta. Lascio a chi legge trarre le conclusioni. Adelio Pegori, Cremona

IL NOSTRO LETTORE ha effettuato un autentico sopralluogo nelle stazioni che cita, monitorandole sotto diversi aspetti. Lato estetico. “Olmeneta: pur essendo una stazione importante, dove confluiscono le linee da Cremona per Treviglio e per Brescia, tocca il fondo, lascia esterefatti vedendo muri scrostati, infissi arrugginiti, erbacce che crescono abbondantemente sui marciapiedi e persino davanti alle porte non più utilizzate e scritte innominabili”. Erbacce e scritte anche ad Acquanegra e Ponte d’Adda. Le altre stazioni, tinteggiate di recente e non visitate dai vandali, fanno bella figura. Il lettore assegna la palma a Cavatigozzi e Maleo. Sale d’aspetto. “Quelle disponibili sono tinteggiate di fresco e dotate di sedili, ma senza riscaldamento. Quella di Pizzighettone è chiusa con calcinacci sul pavimento e guardando bene dal vetro si può leggere sul monitor acceso il movimento dei treni in arrivo e in partenza. Nella stazione di Villetta Malagnino è inutile cercarla perché tutte le porte sono chiuse, protette con reticolo di ferro e bloccate con un lucchetto”.

Monitor. “Disponibili e funzionanti in tutte le sale d’aspetto. Saggia la decisione presa a Villetta Malagnino perché, avendo chiuso la sala d’aspetto, hanno messo il monitor all’esterno”.
Obliteratrici. “Funzionanti in quasi tutte le stazioni tranne a Cavatigozzi. Nelle stazioni di Pizzighettone e Villetta Malagnino non le ho trovate”. Bagni pubblici. “Chiusi o inesistenti o inutilizzabili in tutte le stazioni tranne in quella di Cavatigozzi dove bisogna chiedere, per l’uso, la chiave a chi di dovere”.  Ecco la risposta di Rete Ferroviaria Italiana con i lavori programmati. Per le obliteratrici la competenza è di Trenord. Olmeneta. Risanamento facciata, tinteggiatura del fabbricato viaggiatori e della sale d’attesa. Gli interventi inizieranno entro il 2017. Sono state sostituite le porta della sala d’attesa. Acquanegra Cremonese. Concluso il taglio dell’erba. Entro ottobre saranno tinteggiati il sottopasso, la facciata fino al marcapiano e la sala d’attesa. Per il 2018 sono in programma il risanamento della facciata del fabbricato viaggiatori e la tinteggiatura oltre il marcapiano. Pizzighettone. La sala d’attesa è chiusa dallo scorso marzo per infiltrazioni d’acqua. Il risanamento è previsto entro fine 2017. Villetta Malagnino. Riqualificata da Rfi, è stata concessa in comodato d’uso al Comune.
gabrielemoroni51@gmail.com