ALTRO che alta velocità. Ormai qui si viaggia ad “alta tensione”. È proprio il caso di dirlo, perché a Pasquetta è bastata una valigia lasciata incustodita da un ignaro senegalese alla stazione Nord di Varese per paralizzare il traffico ferroviario. Per fortuna la cosa si è risolta tutto sommato in fretta, grazie alle videocamere che hanno filmato lo sprovveduto, permettendo quindi di rintracciarlo, altrimenti la faccenda si faceva assai seria per chi doveva usufruire del trasporto su rotaie. Enzo Bernasconi, Varese

È VERO, amico lettore. Tutto assolutamente vero. Da quanto ci scrive emerge chiarissimo il disagio vissuto, quel giorno, da tutti voi viaggiatori. Cerchiamo di rispondere con una domanda. Era possibile fare diversamente? Era ed è possibile, di questi tempi, non intervenire, non controllare, da parte del personale e delle forze dell’ordine, di fronte a un bagaglio lasciato in una stazione, in una sala d’aspetto, su una banchina? La risposta, converrà con noi, non può essere che “no”. Di questi tempi, in cui tutti noi viviamo una profonda crisi di sicurezza (anche quelli, creda, che vorrebbero ostentare il contrario) è impossibile non effettuare un controllo. Si deve. Meglio un controllo in più, che alla fine si riveli inutile, che qualcosa di molto peggio. È triste, ce ne rendiamo conto tutti.

È un segno dei tempi, tempi che non avremmo mai pensato di essere costretti a vivere.Ma è così. La paura è una compagna sinistra, indigesta. Quella di abituarsi a conviverci è il modo migliore per esorcizzarla e alla fine per sconfiggerla. Vivere la vita di sempre. Prendere il treno. Salire sulla metropolitana. Accettando anche gli imprevedibili disagi. Siamo certi e ci sentiamo autorizzati a pensarlo che anche lei e gli altri viaggiatori, dopo avere recriminato, come è comprensibile, per il blocco della circolazione ferroviaria, abbiate apprezzato il fatto che siano stati effettuati i controlli e che questo sia avvenuto tempestivamente.

La mail contiene un giustissimo richiamo al senso civico. È civismo anche non trascurare il bagaglio, non abbandonarlo (nel proprio interesse). Un momento di sbadataggine, di trascuratezza, possono innescare quell’effetto a catena efficacemente descritto dal lettore varesino. DIAMO una delle nostre informazioni di servizio. È stato aggiornato l’App Trenord “Tailor Made”, che permette in pochi secondi di essere informati direttamente con notifica fino a 10 treni, 5 direttrici e 4 stazioni. Una volta inserito l’aggiornamento, sarà possibile scegliere treni, stazioni e linee di cui si vogliono ricevere notizie in tempo reale. Basterà inserire tra i preferiti i numeri dei treni (con il “Cerca treno” o con il “Trip planner”), le stazioni (con il “Cerca stazione”) e le linee d’interesse (nelle “Linee Real Time”). gabrielemoroni51@gmail.com