VEDI I VIDEO “Il cuore non è mai al sicuro e dunque” , “E’ tutto così semplice” , Patrizia Cavalli legge suoi testi ,  “Una bella ragazza bruna”: Diana Tejera e Patrizia Cavalli al Teatro Argentina di Roma ,  “Al cuore fa bene far le scale cantata (anche ) da Patrizia Cavalli

Firenze, 11 novembre 2o17 – Articolo publicato su “La Nazione” di oggi.

È Patrizia Cavalli la vincitrice della XVI edizione del “Premio Internazionale Carlo Betocchi-Città di Firenze”. Dopo avere incoronato poeti illustri come Maria Luisa Spaziani e David Leochhead, Edoardo Sanguineti ed Elio Pagliarani, Franco Loi e Durs Grünbein, il “Betocchi” premia adesso una poetessa di assoluto rilievo dell’attuale panorama letterario nazionale, ampiamente tradotta e molto conosciuta negli Stati Uniti e in Francia.

Perugina d’origine, fin dagli anni dei suoi studi universitari di filosofia Patrizia Cavalli vive a Roma. È autrice di cinque libri di versi, tutti pubblicati presso Einuadi: da “Le mie poesie non cambieranno il mondo” del 1974, il cui titolo fu suggerito da Elsa Morante, al recente “Datura”. Ha scritto radiodrammi per la RAI, è autrice di saggi (notevole quello sulla pittrice messicana Frida Kahlo) e ha tradotto le maggiori opere teatrali di Shakespeare. Nel 2013 le è stata dedicata dalla romana Galleria Miscetti una mostra di manoscritti, stagnole e liste dal titolo “I miei splendidi giorni tutti uguali” ed è stata insignita di premi prestigiosi, tra i quali il Viareggio e il premio Feltrinelli dell’Accademia dei Lincei.

La premiazione, con la partecipazione di Rosa Maria Di Giorgi, questo pomerigggio alle ore 16, alla Sala Luca Giordano di Palazzo Medici Riccardi.

Marco Marchi

Il cuore non è mai al sicuro e dunque

Il cuore non è mai al sicuro e dunque,
fosse pure in silenzio, non vantarti
della vittoria o dell’indifferenza.
Rendi comunque onore a ciò che hai amato
anche quando ti sembra di non amarlo più.
Te ne stai lì tranquilla? Ti senti soddisfatta?
Potresti finalmente dopo anni
d’ingloriosa incertezza, di smanie e umiliazioni,
rovesciare le parti, essere tu
che umili e che comandi? No, non farlo,
fingi piuttosto, fingi l’amore che sentivi
vero, fingi perfettamente e vinci
la natura. L’amore stanco
forse è l’unico perfetto.

Patrizia Cavalli

(da Datura, Einaudi 2013)

Seguici anche sulla Pagina Facebook del Premio Letterario Castelfiorentino
e sulla pagina personale https://www.facebook.com/profile.php?id=100012327221127

ARCHIVIO POST PRECEDENTI

Le ultime NOTIZIE DI POESIA

NOTIZIE DI POESIA 2012 , NOTIZIE DI POESIA 2013 , NOTIZIE DI POESIA 2014 , NOTIZIE DI POESIA 2015 , NOTIZIE DI POESIA 2016 , NOTIZIE DI POESIA gennaio-marzo 2017 , NOTIZIE DI POESIA, aprile-giugno 2017 , NOTIZIE DI POESIA, luglio-settembre 2017 , NOTIZIE DI POESIA, ottobre 2017