Introduzione:

Come erano belle! Se ne stavano disposte su un bel vassoio una accanto all’altra, perfettamente guarnite e vestite a festa. Meraviglia per i miei occhi! Quante volte le ho viste campeggiare nella cucina dei miei genitori e… quante volte non ho saputo resistere! Per me le zeppole di San Giuseppe fritte fanno parte di quei dolci capaci di regalarti una soddisfazione non indifferente, come le ricette storiche della tradizione che trovano declinazioni diverse in ogni angolo dello stivale. Il trucco per ottenere zeppole dalla forma perfetta mi è stato svelato tempo fa da una mia cara amica napoletana, cintura nera in zeppole, e da quel momento è entrato ufficialmente nella mia ricetta. Le ho conosciute in mille varianti, ma le mie preferite sono in assoluto quelle guarnite con crema pasticciera, una spolverata zucchero a velo e, dulcis in fundo, una succosa amarena in cima. Se vuoi fare un regalo gradito per la festa del papà, le zeppole (anche nella versione al forno) e gli sfinci potranno essere la giusta soluzione: sono sicura che non ci può essere regalo migliore che un dolce fatto col cuore!

Procedimento:

Per la crema pasticciera: in un tegame metti 700 gr di latte, 300 gr di panna, 280 gr di zucchero, 1 pizzico di sale e 16 tuorli; amalgama gli ingredienti con una frusta e aggiungi 80 g di amido setacciato e la scorza grattugiata di 2 limoni; accendi e mescolando lascia che la crema si addensi.

Una volta pronta, trasferiscila in una terrina bassa e larga, coprila con pellicola a contatto e riponila in frigorifero.

Per le zeppole prepara la pasta choux: in un pentolino dai bordi alti metti 250 g di acqua, 5 g di sale e 50 g di zucchero, che si deve sciogliere.

Unisci 100 g di burro a pezzetti e fallo sciogliere; spegni il fuoco e incorpora 240 g di farina setacciata, mescolando.

Rimetti il pentolino sul fuoco e mischia fino a notare una patina bianca sul fondo.

Trasferisci l'impasto nella tazza della planetaria e azionala qualche minuto per far raffreddare un po' il composto.

Unisci 6 uova una alla volta e la scorza grattugiata di 1 limone: l'impasto deve avere una consistenza molto densa e vellutata.

Trasferiscilo in una sac-à-poche con bocchetta a stella.

Su una leccarda foderata con carta forno, ottieni 10 zeppole.

Cuocile per 10 minuti a 180°.

Scalda 1 l di olio di semi a 175°; quando le zeppole sono pronte, friggine un paio alla volta, girandole durante la frittura, quindi scolale.

Tagliale a metà, prendi la crema dal frigorifero, trasferiscila in una ciotola e lavorala con le fruste.

Trasferisci la crema in una sac-à-poche con bocchetta a stella e farcisci le zeppole con circa 150 gr di crema, 100 gr all'interno e 50 gr all'esterno.

Posiziona un'amarena sciroppata sul ciuffo di crema e spolverizza le zeppole con lo zucchero a velo.

Ecco pronte le tue zeppole di San Giuseppe fritte!

bit.ly\/2nDdCW6

 
a cura di Sonia Peronaci