Francesco Moser, classe 1951, è famosissimo nel mondo grazie alla carriera come ciclista, che gli ha consentito di vincere, tra le altre cose, un Giro d'Italia, un mondiale su strada e uno su pista, oltre al record dell'ora. La sua seconda attività, quella che coinvolge la famiglia sin dal 1950, è invece meno nota, ma è comunque importante: l' Azienda Agricola Francesco Moser è infatti una fiorente realtà della produzione vinicola del Trentino. Produce spumanti, vini rossi e bianchi: ci occupiamo di questi ultimi, previa introduzione.

LE VIGNE DI MASO VILLA WARTH
I vigneti dell'azienda si trovano in tre aree diverse, dalla Val di Cembra alle porte di Trento, ma la maggior parte è coltivata nell'anfiteatro di Maso Villa Warth, un piccolo borgo nato intorno a un'antica residenza vescovile di origine seicentesca e che si trova sulle pendici che guardano la città di Trento. Per molti anni, prima che la seconda generazione dei Moser viticoltori (Francesco e Diego) l'acquistasse, Maso Villa Warth era rimasto senza una casa vinicola: i vigneti continuavano a produrre uva, ma poi questa era venduta ad altre cantine. L'arrivo dei Moser, a fine anni Ottanta, ha originato la situazione attuale, gestita ormai dalla terza generazione della famiglia, una femmina e tre maschi.

I VINI BIANCHI DI MOSER

Quattro su cinque arrivano da Maso Villa Warth e cioè quelli ottenuti da vitigni di Moscato Giallo, Riesling Renano, Gewurztraminer e Chardonnay. Il quinto nasce invece dalle uve di Muller-Thurgau coltivate in Val di Cembra.

1 – Moscato giallo
100% di Moscato Giallo genera un vino dal profumo pieno e dal gusto rotondo, con sentori di frutta matura. Rispetto ad altri Moscati, è un bianco meno corposo, perché l'enologo di famiglia punta proprio a mantenere ed esaltare le note fresche del vitigno.

2 – Riesling Renano
È ottenuto da un 100% di Riesling ed è l'unico bianco di Moser a fare un passaggio in botti di rovere, dove rimane per circa sei mesi (gli altri vini stanno in autoclave). Ha un gusto fresco e persistente, con un intenso profumo floreale e fruttato.

3 – Muller-Thurgau
Anche in questo caso parliamo di un vino in purezza, fatto esclusivamente con Muller-Thurgau cresciuto oltre i 500 metri sul livello del mare, in un clima montano che gli conferisce il tipico gusto fresco e sapido, con bei sentori floreali.

4 – Chardonnay
Gran parte delle uve Chardonnay sono destinate dai Moser alla realizzazione dei loro spumanti metodo classico, ma una piccola selezione viene riservata a questo bianco fermo: ha un profumo intenso e aromatico e un sapore fresco, con una bella sapidità.

5 – Gewurztraminer
Il vitigno di Gewurztraminer è una delle varietà aromatiche più conosciute e anche questa bottiglia conferma un profumo intenso, con sentori di cannella e garofano, e un gusto morbido e pieno, con finale leggermente amarognolo.

Leggi anche:
- Vini per l'estate: i bianchi di Feudi di San Gregorio
- Vino e barbecue: il segreto dell'accoppiata ideale
- Vodka alla carota? Esiste e pare sia buona