Provate a pensarci: quando siamo giù, quando siamo in ansia per qualcosa o le cose non girano come vorremmo, di cosa diciamo di aver bisogno? Di un abbraccio. Da parte di chi amiamo, ma anche da uno sconosciuto (è recente la moda di regalare abbracci in luoghi pubblici, esponendo il cartello “Free hugs”), un abbraccio ha il potere di calmare il respiro e il battito cardiaco accelerato all'istante e di stimolare il rilascio degli ormoni legati alla felicità. Non solo, riesce anche a innalzare l'autostima. Di seguito, tutti i benefici spiegati diffusamente.

PIÙ OSSITOCINA
Un recente studio della School of Medicine dell'Università della California di San Diego ha rivelato che un abbraccio, un'esperienza legata al senso tattile principalmente, avrebbe un influsso positivo sull'amigdala, la parte del cervello che gestisce le emozioni negative, come la rabbia e la paura. L'azione benefica di un abbraccio farebbe aumentare la produzione di ossitocina, comunemente noto come “ormone dell'amore”, placando l'ansia e diffondendo una calda sensazione di benessere.

VIA L'ANSIA
Oltre all'ossitocina, un abbraccio scatena anche la produzione di serotonina, “l'ormone del buonumore”. Inoltre, alcuni studi hanno dimostrato che l'intero sistema immunitario ne esce rafforzato e l'emoglobina viene prodotta in quantità maggiori, aumentando l'ossigenazione dei tessuti. Risultato? Con un abbraccio, l'ansia svanisce e la salute ci guadagna.

INNALZA L'AUTOSTIMA
Un abbraccio ha anche il potere di combattere la depressione: infatti, chi riceve di frequente gesti d'affetto, come un abbraccio o una carezza, ha un rischio inferiore di ammalarsi di questa malattia, lo rivela uno studio condotto dalla Canadian Community Health Survey. Abbracciare infatti fa impennare l'autostima, da piccini come da adulti.

E TU, COME ABBRACCI?
Insomma, abbracciare è un gesto semplice ma potentissimo: fa bene a noi e agli altri. Dovremmo abbracciarci di più, impariamo a ricevere e dare abbracci, lasciandoci coinvolgere e abbassando le nostre difese. Abbracciamo con tutti noi stessi, facendo aderire pancia e braccia, abbandoniamoci all'altro. Il contatto fisico può aiutare a combattere il senso di solitudine, a uscire dall'isolamento, a tessere nuove connessioni.

Leggi anche:
- I 5 benefici delle foglie d'alloro
- Come trovare la felicità? Con un piccolo obiettivo al giorno
- Ascoltare musica allegra stimola la creatività