Roma, 1 dicembre 2015 - A margine della giornata mondiale di lotta all'Aids i dati dell'Istituto Superiore di Sanità non lasciano dubbi: i casi di persone contagiate dal virus dell'Hiv sono in costante e sistematico aumento a significare che i programmi di prevenzione  non stanno funzionando.  "Ingenti risorse economiche ed umane impegnate per una ricerca che ha fallito, dopo 35 anni di sperimentazione animale, ad oggi nessun vaccino preventivo e terapeutico è stato scoperto. E' dal 1998 che l'Istituto Superiore di Sanità, emanazione del  Ministero della Salute, lancia proclami a cui non seguono fatti concreti". E' quanto dichiara il presidente del Partito animalista europeo, Stefano Fuccelli.

"Tutto falso:  la comunità scientifica ammette che nessun vaccino è stato scoperto anche se per anni si è alimentata la speranza facendo abbassare la soglia di attenzione alle potenziali vittime della malattia. Il vaccino aveva sorpassato brillantemente il test sui primati nella fase preclinica  ma aveva fallito nella successiva sperimentazione sugli umani. Ennesima conferma dell'inattendibilità del modello animale. E' giunto il momento di dirottare i finanziamenti sui metodi avanzati alternativi alla sperimentazione animale, come già stanno facendo i più importanti stati europei, USA e Cina", conclude Fuccelli.
Per contatti con la nostra redazione: animali@quotidiano.net