Italia News
 TV   FOTO E VIDEO BLOG SERVIZI LAVORO ANNUNCI CASA
CITTA' DEL VATICANO

No del Papa a Berlusconi
"La Comunione solo ai puri"

Il pontefice dopo l'appello di Silvio: "Chi non può in ragione della situazione, trova una forza salvatrice nel desiderio dell'Eucarestia"

Dimensione testo Testo molto piccolo Testo piccolo Testo normale Testo grande Testo molto grande

silvio berlusconi e benedetto XVI Città del Vaticano, 22 giugno 2008 - Solo i ''puri'', coloro che non sono macchiati dal ''peccato'' possono ricevere l'ostia consacrata: gli altri troveranno comunque '' nel desiderio di comunione e nella partecipazione all'Eucaristia una forza e una efficacia salvatrice'': lo ha detto il Papa, in un messaggio al 49esimo Congresso Internazionale Eucaristico che si chiude oggi a Quebec, in Canada.   "Quanti non possono ricevere la comunione in ragione della situazione, trovano comunque nel desiderio della comunione e nella partecipazione all'Eucaristia una forza e un'efficacia salvatrice" afferma Benedetto XVI.

 

"Vorrei invitare i pastori e i fedeli - ha aggiunto Benedetto XVI a un'attenzione rinnovata alla loro preparazione alla ricezione dell'Eucaristia. Malgrado la nostra debolezza e il nostro peccato, Cristo vuole fare di noi la sua dimora, se domandiamo la guarigione. Per questo dobbiamo fare tutto ciò che è in nostro potere per riceverlo in un cuore puro ricercando senza compromessi, attraverso il sacramento del perdono la purezza che il peccato ha intaccato, mettendo d'accordo la nostra anima e la nostra voce secondo l'invito del Concilio. In effetti il peccato, soprattutto il peccato grave, si oppone - ha ricordato il Papa - all'azione della grazia eucaristica in noi".
 

  • 22/06/2008 19:20
    erode
    I divorziati non possono fare la comunione, ma gli assassini si. W la chiesa
  • 22/06/2008 20:08
    ivan
    quel comunista di papa razinger!!!
  • 22/06/2008 20:13
    alien
    il Papa ha osato non accettare la richiesta del premier?e' una congiura!sara' mica comunista anche lui?
  • 22/06/2008 20:30
    garibaldi
    Va bene così S.S. Se Lei avesse accettato,non ci saremmo più salvati.
  • 22/06/2008 21:16
    Manlio Tummolo
    Libera Chiesa in Libero Stato: la Chiesa eviti le intromissioni nelle decisioni politiche, lo Stato eviti di intromettersi nelle decisioni della Chiesa. Caratteristica del vero cattolico è la sottomissione al Papa, rappresentante di Dio sulla Terra: se crede, vi si sottometta; se no, non reciti la parte del cattolico .
  • 22/06/2008 22:48
    vikingo sinistro
    Allora pochi sacerdoti e laici possono fare la comunione! Mister Benedetto si legga attentamente la lettera del Cardimale Martini, invece di preoccuparsi della politica italiana ci mediti sopra.E' ancora in tempo a cambiare rotta
  • 23/06/2008 00:29
    sara
    ahahhahah bellina questa alien!!! sono contenta che il papa non abbia nemmeno preso in considerazione la richiesta di berlusconi, come sacramento deve essere rispettato...c'aveva a pensarci prima di sposarsi!!! la comunione la possono fare tutti coloro che si rendono conto del peccato che hanno commesso e fanno di tutto per non ricommetterlo...un separato puo prendere la comunione basta che non viva insieme o che comunque non fraquenti un altro uomo o donna. con il divorzio una parsona manca una promessa fatta a dio e alla sua chiesa...è questa la cosa grave del divorzio
  • 23/06/2008 04:17
    jetset
    In questo caso la Chiesa ha ragione: il sacramento è prerogativa della Chiesa e quindi è la Chiesa che decide. Si può essere d'accordo o no, io ad esempio non lo sono, ma è innegabile che se si parla di sacramenti si accettano per ciò che sono oppure si fa a meno di sposarsi.
  • 23/06/2008 06:43
    Elena
    "cristiana, non cattolica" Questo sono. La chiesa ed il papa in particolare, si vadano a rileggere quei 4 vangeli che loro stessi hanno scelto a Nicea. " chi è senza peccato scagli la prima pietra " Se la comunione spetta solo ai puri, al sacramento non può essere ammesso nessuno, e con nessuno intendo proprio "nessuno". Forse qualche santo, ma quanti ne potremmo contare? E non penso proprio che Cristo avrebbe voluto negare il suo sangue ed il suo corpo ai peccatori, "fate questo in memoria di me" non esclude nessuno... Lo ha deciso la chiesa arrogandosi il diritto di scegliere chi può accedere ai sacramenti e chi no tra i credenti. Ma come ha detto qualcuno prima di me... agli assassini viene concessa...
  • 23/06/2008 08:31
    ivan
    berlusconi ora ricuserà il papa ed i leghisti oggi non alzeranno un dito per difendere la cristianità.. come fanno tutte le volte per trovare un sostegno alla loro xenofobia.
  • 23/06/2008 09:57
    Julio
    Come al solito la Chiesa ci offre sempre di più la sua ipocrisia: comunione solo ai puri, per questo un vescovo è andato a sposare e dare la comunione a Briatore, prototipo di purezza, assente di peccato e promotore dei più alti valori cristiani ahahahahahahahahahahahaha
  • 23/06/2008 12:27
    garibaldi
    grande alien,chiedilo ad Adriana,al suo paese i papi avrebbero accettato.
  • 23/06/2008 12:35
    carlocattorini
    Il divorziato risposato non ha ottenuto l'indulgenza. Gesù ha insegnato che l'atteggiamento giusto con i peccatori è il perdono e che l'atteggiamento giusto con cert'altra gente recidiva è l'espulsione dal tempio
  • 23/06/2008 14:03
    s.bianchi
    Secondo me a questo modo la Chiesa allontana ancora di piu' le genti che in un modo o nell' altro ha bisogno di trovare in Lei un qualche conforto alla loro sfortunata situazione. Altre religioni non la pensano cosi'. Personalmente ritengo che la gente vada capita ed aiutata per farla propria. Non e' questo un principio della religione che ci hanno insegnato sin da piccoli ? ...
  • 23/06/2008 14:40
    GIOIR
    IL PAPA NON HA ACCETTATO ??? E CHI SE NE FREGA !!! BERLUSCONI NE DOVRA' FARE A MENO E CONTINUARE A VIVERE BENE COME PRIMA, PAZIENZA !!!
  • 23/06/2008 14:43
    ivan
    la chiesta è coerente ora come lo è stata quando ha rifiutato il funerale (cavolo, il funerale!!!!!) a welby e poi ha mandato 15 preti a quello di pinochet.
  • 23/06/2008 14:56
    stefy65
    La comunione ai divorziati no!!!!! si a chi si sposa in chiesa con le tette di fuori!!!!complimenti alla chiesa!!!
  • 23/06/2008 15:18
    sara
    il perdono viene concesso a coloro che si rendono conto d'aver sbagliato, non è che la comunione viene data a un assassino senza che questo si renda conto della gravita del gesto che ha fatto, il problema con una persona divorziata è che non si rende conto del peccato che ha commesso continuando a vivere con un'altra persona, se due sposati si separano e vivono la loro vita, da soli ma separati, possono benissimo prendere la comunione. per il resto comunque spetta alla persona che riceve la comunione a mettersi davanti a se stesso e riconoscere i suoi peccati, un prete non puo sapere tutto quello che una persona fa, se uno come briatore va a prendere la comunione, se lui si presenta pentito di tutti i peccati che ha commesso, un prete non puo non dargliela solo perche vengono scritte delle cose su di lui sui giornali. va preso ogni singolo individuo a se, molto spesso è più puro un assassino che una persona che conduce una vita "normale"
  • 23/06/2008 15:39
    Carlo Cattorini
    Speriamo che il premier non inventi una "chiesa ombra" (stile "governo ombra")
  • 23/06/2008 15:47
    Ititrefen
    Questa volta il Santo Padre non ha fatto il sermone sul relativismo, ma ha indicato a Berlusconi la via per sopportare la mancanza della fruizione del Sacramento della Comunione. Il Cavaliere infatti, da tempo, non riesce più a dormire per questo motivo. Ma che bravi. Che bella scenetta commovente.
  • 23/06/2008 17:03
    MARCO PD
    ma sara.....credi davvero a queste cose?? credi davvero che ci sia qualcuno a giudicare 'ste stupidaggini invece di evitare che una barca con 500 bambini a bordo venga rovesciata dal mare delle filippine? credi possibile che uomini sporchi dentro, ma sposati, siano migliori di noi poveri cornuti? mamma mia.....
  • 23/06/2008 17:35
    Sandro
    ... solo i puri.... ?!? Chi aveva detto "chi è senza peccato scagli la prima pietra..." Evidentemente come al solito nella chiesa cattolica ci sono pesi e misure diverse
  • 23/06/2008 18:43
    sara
    non credo proprio sia una stupidaggine mancare una promessa fatta a dio. per il resto non e' certo dio a far succedere queste disgrazie e' solo la stupidita' dell'uomo che fa succedere queste cose. poi c'e una bella differenza fra puri e peccatori, tutti siamo peccatori ma le persone considerate pure sono coloro che si rendono conto dei propri peccati e che si affidano alla bonta' divina per non ricommetterli...non puoi pretendere di prendere la comunione quando commetti un errore, sai d'averlo commesso e continui a seguire la strada sbagliata...
  • 23/06/2008 20:42
    elena
    Vedi sara... se ci atteniamo agli insegnamenti di cristo, devi concordare che lui per primo ci dice " non giudicare se non vuoi essere giudicato" ma la chiesa, con i suoi atteggiamenti drastici, direi arroganti, si permette di giudicare e considerare "non puro" qualcuno. E quindi indegno di ricevere il corpo ed il sangue di cristo. E secondo te questo è quello che quel dio in cui credo anche io vorrebbe? Negare a qualcuno di essere parte di lui?? Ricorda una cosa, il catechismo insegna che la chiesa e il papa sono "infallibili" solo in un caso, quando pronunciano dogmi. Dogma è che nell'ostia ci sia il corpo di cristo. Se sei cristiana ci devi credere. PUNTO. Tutto il resto è opinabile ed è legge dettata dall'uomo. L'uomo ha diritto di negare qualcosa che dio stesso ha donato a tutta l'umanità??
  • 24/06/2008 01:34
    Amando Armando
    Ma di cosa vi preoccupate? Fra un po' arriva un' altra esenzione come quella dell' ICI e succederà il miracolo: anche i divorziati potranno fare la comunione.
  • 24/06/2008 12:30
    Pete
    Benedetto XVI sta continuando, dopo Giovanni Paolo II, la tradizione dei grandi Papi restauratori dei valori della Chiesa, valori che poi si possono riassumere, in estrema sintesi, in un rigoroso rispetto e osservanza della morale (cristiana e non). Data la grande intelligenza di Ratzinger, sono sicuro che non mancherà dal riflettere sull'istanza di Berlusconi (apologeta convinto della tradizione cattolica del nostro paese e suo fedele alleato). In realtà i divorziati rappresentano ormai una massa rilevante, tanto da far pensare che il popolo dei separati forse avverte il fallimento del proprio matrimonio non come un peccato, ma come una triste e inevitabile necessità.
  • 24/06/2008 14:11
    lady stardust
    per me, se Cristo tornasse sulla terra, lo prenderebbe a calci. Amore, Pietà e Tolleranza, queste sconosciute...
  • 24/06/2008 18:16
    GIOIR
    HO NOTATO CHE QUANDO IL PAPA, E/O FAMIGLIA CRISTIANA, PARLANO O SCRIVONO CONTRO BERLUSCONI I ROSSI (COMPAGNI) FANNO IL TIFO X LA CHIESA E I SUOI GENERALI...!!! COERENZA, COMPAGNI, COERENZA !!!
  • 24/06/2008 20:30
    sara
    gior scusa, allora secondo il tuo discorso visto che il papa ha detto di no a berlusconi è comunista? non voler mettere la politica da tutte le parti, qua non c'entra niente essere di destra o di sinistra, è una questione che va al di là di ogni appartenenza politica.
  • 25/06/2008 10:08
    finocchi santi
    Credevo di essere religioso , ma a questo punto credo di non esserlo. viva Silvio
  • 25/06/2008 12:34
    massimo
    invece di parlare di purezza il Papa cerchi di risolvere il problema della sepoltura di un criminale detto renatino che si trova sepolto una chiesa al pari di santi protetto da una setta occulta di nome opus dei noi siamo veri cristiani e la purezza noi l'abbiamo nel cuore no come tutti quei prelati falsi che stanno in vaticano
  • 25/06/2008 12:53
    franco battiato
    "...quante stupide galline che si azzuffano per niente..."
  • 25/06/2008 17:22
    paolo venerucci
    Giusto che si debba far chiarezza sul ruolo di Renatino e la sua sepoltura fra gli ecclesiastici, com'è giusto che tante persone di chiesa e del Clero sono pedofile, com'è verissimo che fuori dalla Chiesa talvolta c'è più umanità che all'interno. E' fondamentale però che dal Clero, dal Papa in primis, arrivino messaggi decisi, in linea con i precetti Cristiani, sulle questioni importanti. Apertura verso la società nuova e le sue esigenze, non vuol dire acconsentire che il matrimonio, istituzione cardine per la Chiesa, venga considerato alla luce della mancanza dei valori che pervade la nostra società. Se si dovesse decidere che i separati possono accedere alla Comunione, dev'essere perchè c'è una revisione profonda delle cose, non per necessità di adeguarsi ai costumi mutanti o agli equilibri politico-ecclesiastici. Ad ognuno il suo ruolo. Niente compromessi. Nell'istituzione Chiesa c'è del marcio, ma anche tanti bravi operatori cristiani. Guardiamo questi.
  • 25/06/2008 18:59
    paolo
    Berlusca fatti una legge ad personam anche per la comunione!!!
  • 25/06/2008 20:14
    sara
    paolo venerucci concordo in pieno cio' che pensi
  • 25/06/2008 21:55
    Carla
    A me Berlusconi non piace ma penso che chi crede e ha avuto la sfortuna di arrivare ad un divorzio, cosa mai facile, possa avere il diritto di fare la comunione. Il Papa poteva almeno stare zitto perchè ora ci dovrebbe spiegare come mai i divorziati non possono fare la comunione e il pluriassassino enrico de pedis è seppellito in una basilica romana.
  • 27/06/2008 04:44
    claudio
    la cosa più vergognosa è che il papa si è premurato di rispondere subito a questa urgenza mistica del bravo cattolico Berlusconi,la chiesa sempre al servizio degli ultimi,complimenti
  • 27/06/2008 17:01
    Atrerio
    Non ho seugito bene la vicenda Berlusconi ma a quanto pare sembra che abbia chiesto di poter ricevere la comunione nonostante sia un divorziato risposato... Dunque... chiaramente non può, ma non perchè non è puro o non puro ma è semplicemente una cosa che riguarda l' ordinamento cattolico...dei 7 sacramenti di cui due mutualmente esclusivi (ovvero sono la stessa cosa con "partner" diverso) non si può scegliere di tornare indietro su uno solo, perchè così vuole l' ordinamento. Tecnicamente non sarebbe neanche più cattolico a pieno titolo... Ma questi sono ordinamenti interni che decide il Clero perchè loro gestiscono il popolo dei fedeli che è la Chiesa... Io non sono sempre convinto che la Chiesa sia logica o "giusta" ma ciò non toglie che se tu sei un fedele quelli sono gli ordinamenti...
  • 27/06/2008 17:06
    Atrerio
    ora Welby, lui fino alla fine è stato convinto che il suo fare era giusto ma è chiaramente contro gli ordinamenti cattolici dunque nessun senso c'era in un rito funebre cattolico. Pinochet è morto e prima si è pentito (o forse no nel profondo) ma lui ha seguito gli ordinamenti ovvero si è pentito davanti ad un ministro di Dio dichiarandosi peccatore (poi per la verità c'è Dio) ed è nella forma che comunque il prete non poteva rifiutargli l' assoluzione. Tutto sta nel capire la logica della Chiesa e la logica quotidiana/civile sono due cose diverse come è diversa la logica del mercato, etc.etc. Chiunque può essere cattolico dentro ma non tutti cattolici formalmente se non vogliono attenersi strettamente agli ordinamenti (sembra un' immane stronzata ma la logica è questa e non credo che sia sbagliata, si tratta solo di capire che ci sono settori).Applicare la fisica di Newton, per intendersi il fatto che se non ti reggi a qualcosa sul tram e questo frena, cadi a terra, alla quantomeccanica non si può.
  • 27/06/2008 17:06
    Atrerio
    Ultimo esempio prete pedofilo è ossimorico...non esiste prete pedofilo perchè se è prete non può essere pedofilo,capite,cioè non rappresenta più la Chiesa (sempre con un ottica di ordinamento Cattolico perchè è chiaro che se mi vedo uno davanti che predica in abito talare per me agli effetti pratici è un prete)...E' un pò come uno vestito da poliziotto che vi ferma, voi che fate...vi fermate...e quello vi deruba e allora...l' abito non fa il monaco (in senso lato), direi che è adatto. That's it.
  • 27/06/2008 18:10
    anonimo
    Berlusconi voleva usare il suo potere politico,per cambiare persino le regole della chiesa a suo favore.E se il papa gli dice di no,allora e' comunista!,e tutti quelli che sono dalla parte del papa sono comunisti! fate solo ridere
  • 28/06/2008 21:26
    toretto
    scagli la prima pietra chi non ha peccato!!!!!
  • 28/06/2008 22:24
    roberto
    Ero in ferie nella laica Francia e mi mancava il pistolotto quotidiano del Papa,in francia lo citano a natale e a pasqua. noi divorziati e laici, in verità, abbiamo altri problemi come quelli di pagare gli alimenti alla ex, cosa che non fanno gli "annullati" della sacra rota.
  • 29/06/2008 15:44
    giuseppe alicata
    chiacchere,ecco cosa è la richiesta del On.Berlusconi,spostare l'attenzione.Lui sa benissimo da buon allievo salesiano che la Chiesa fonda come primo dogma il sacramento del Matrimonio.Non è forse matrimomio il sacerdozio? non è forse matrimonio lo stato monacale? Quindi il matrimonio è il principale comandamendo dopo il battesimo ,il resto fumo per polli.
  • Sono presenti 44 commenti
 

Cerca  su Quotidiano.net nel Web

LA FOTO DEL GIORNO

Intercettazioni

Quante sono
le intercettazioni
in Italia

Il consiglio dei ministri ha dato l'ok al nuovo ddl. Le intercettazioni saranno possibili per reati con pena dai 10 anni, ma anche quelli contro la pubblica amministrazione