Italia News
 TV   FOTO E VIDEO BLOG SERVIZI LAVORO ANNUNCI CASA
IL COMMENTO

Comunque vada con la Spagna, Donadoni merita di restare ct

     

Dimensione testo Testo molto piccolo Testo piccolo Testo normale Testo grande Testo molto grande

Xavier Jacobelli  Comunque vada a finire contro la Spagna, il ct della Nazionale deve continuare a essere Roberto Donadoni. Perche' se lo merita. Perche' ha lavorato bene. Perche' ha costruito un gruppo valido e competitivo. Perche' e' giusto che sia lui a guidare la Nazionale nelle qualificazioni ai mondiali sudafricani del 2010. Lo diciamo forte e chiaro prima della partita decisiva con le Furie Rosse, non dopo, per un elementare dovere di chiarezza e di onesta' intellettuale e per spazzare via tutti gli alibi, tutti gli equilibrismi dialettici, tutti i sofismi in cui eccellono sia la Federazione sia il suo presidente Giancarlo Abete.


Il signore che, obtorto collo,
in queste settimane e' stato costretto a prolungare il contratto del selezionatore sia pure inserendo la fatidica clausola liberatoria (che non s'e' capito ancora bene cosa contempli), dopo che sin dal novembre scorso, quando gli azzurri si qualificarono in Scozia con un turno d'anticipo, in Via Allegri c'era chi voleva far fuori Donadoni per richiamare il predecessore. Due anni fa, Lippi e' stato strepitoso e ha conquistato un titolo mondiale che porta in calce come prima firma la sua. Ma c'e' un tempo per tutto e questo e' il tempo di Donadoni.
 

Che all'inizio di questa fase finale degli Europei, ha commesso i suoi errori, non essendo infallibile. Pero' ha avuto l'intelligenza di riconoscerli e di correggerli. Che ha avuto la forza di non mollare e di credere nella solidita' di una squadra pronta a stringersi attorno a lui e a battere la Francia dopo trent'anni di inutili tentativi. Legare il destino del ct all'ingresso in semifinale sarebbe un esercizio riduttivo e ingeneroso: primo, perche' se la Spagna avra' giocato meglio dell'Italia, meritera' di andare avanti; secondo, perche' il lavoro di Donadoni deve essere giudicato nell'arco degli ultimi due anni durante i quali ha saputo ridare motivazioni e stimoli ai campioni del mondo, logicamente appagati dopo il trionfo di Berlino; ha brillantemente vinto il girone di qualificazione, ha posto le basi di un rinnovamento generazionale che verra' accelerato dopo gli Europei. Donadoni compira' 45 anni in settembre.
 

Ha l'eta' e le idee giuste per continuare a fare il suo mestiere dopo le prime due stagioni di naturale apprendistato. Che batta la Spagna o che venga eliminato, s'e' gia' guadagnato sul campo il diritto di andare avanti per la sua strada.

di Xavier Jacobelli

  • 21/06/2008 15:21
    Tatanka
    Il mio auspicio è che lei abbia ragione a sostenere Donadoni,caro Direttore.Personalmente nutro più di un dubbio circa la sua riconferma,e il motivo principale va ricercato nella mancanza di fiducia che circonda il ct ormai da tempo:senza il sostegno di una federazione forte il lavoro di Donadoni rischia di compromettersi più di quanto già non sia. Da tifoso,auguro alla nostra nazionale di vincere il più possibile,ma credo che la strada di Donadoni sia piena di ostacoli e di insidie generati da chi dovrebbe invece aiutarlo e sostenerlo.
  • 21/06/2008 16:09
    Massimo
    Donadoni ha riconosciuto i suoi errori ? Che altro poteva fare visto che diversamente sarebbe stato cacciato ed in malomodo? In ogni caso c' è poco da montarsi la testa ora , dall Olanda le abbiamo prese , con la romania non abbiamo poi mostrato piu' di tanto e solo i francesi ( decisamente mal messi ) hanno avuto l' onore di essere da noi battuti . Ogni partita puo' essere l' ultima e le valutazioni sul ct si faranno alla fine a mente lucida e palla ferma
  • 22/06/2008 13:00
    Boboj
    Guardi Direttore , e' ammirevole il suo lavoro a favore dell'attuale CT , io non ho mai ammirato il Donadoni allenatore , la sue esperienze sono state negative ,mentre il Donadoni giocatore e' un esempio d'ammirare .La scelta fatta su di lui dopo il mondiale di Germania , tutti la conoscono , ma secondo lei se avessero scelto Gene Gnocchi non avremmo ottenuto gli stessi risultati ? --------------------------- Non credo.
  • 22/06/2008 16:15
    Crescenzo Montano
    Forza Donadoni,dai dannato testone cocciuto bergamasco, siamo tutti con te, perché alleni la nostra nazionale, perché stasera hai una partita molto importante ma principialmente perché sei una persona pulita, schietta é onesta. Voglio confidarti un segreto: noi gente semplice amiamo i dannati testoni cocciuti come te perché, oggi in questa Italia, sono dei preggi molto rari in un paese dove tutti prendono ordini vivendo di compromessi e falsitá. FORZA DONADONI! FORZA ITALIA! Anche se stasera andasse male rimarrai sempre il nostro dannato cocciuto allenatore della nostra nazionale, e noi ti voremmo ancora bene. C. Montano
  • 22/06/2008 23:29
    Andrea
    ma cosa dice...? donadoni ha giocato un calcio vecchio di 40 anni con lanci lunghi in avanti per un inconcludende e sopravvalutato Toni. Con Trappattoni avremmo fatto meglio. Mi fa piacere che l'Italia sia uscita dall'Europeo. Era l'unico modo per toglierci dalle scatole Donadoni ed il suo staff. Ovviamente il discorso vale per Abete ed Albertini (raccomandato): tutti a casa e prepariamoci per i mondiali del 2010 con una nuova dirigenza, allenatore e svechhiamento della squadra.
  • 22/06/2008 23:34
    Giovanni
    Confermare Donadoni? Ma stiamo scherzando? Io capisco che lei sia amico del CT, ma dire una cosa del genere va fuori dalla logica che spesso lei mostra nei suoi ragionamenti, ma che ogni tanto perde. Un allenatore che ha preso in mano LA SQUADRA CAMPIONE DEL MONDO, e l'ha portata a vincere una partita in tutto l'Europeo, non è riuscito a battere la Romania, non è riuscito a tenere in piedi la squadra contro l'Olanda, ha vinto contro una squadra finita come la Francia, e oggi si è vista una partita vergognosa da parte della nazionale italiana,e così mi devo rodere il fegato perchè ora i giornalisti spagnoli si monteranno la testa e ci distruggeranno, giustamente dopo una partita non giocata per 70 minuti. L'attuale CT è figlio della decisione di quello scandalo italiano chiamato Guido Rossi & Albertini, in cui è stato pescato un CT con l'esperienza pari a 0, visto che ha allenato solo il Livorno, A CASA TUTTI, da Abete, ad Albertini a Donadoni. Saluti Giovanni
  • Sono presenti 6 commenti
 

Cerca  su Quotidiano.net nel Web

LA FOTO DEL GIORNO

la pizza da record di pasqualino barbasso

Due metri di pizza

Il pizzaiolo siciliano Pasqualino Barbasso si prepara per lo show di pizza acrobatica, riuscendo a far roteare un 'disco' di pasta del diametro di due metri. Barbasso, che ha vinto il titolo nel 2002, gira il mondo con il suo show. Qui è a Ostrava, nella repubblica